SOFTAIR PER LE IMPRESE - OUTDOOR TRAINING

Andare in basso

SOFTAIR PER LE IMPRESE - OUTDOOR TRAINING

Messaggio Da Nemo il Gio Giu 18, 2009 1:13 pm

Il softair è un'attività che da qualche anno, viene utilizzata ed apprezzata da molte imprese nel mondo del lavoro, per la formazione di gruppi più affiatati e più produttivi.

Ecco analizzati i pregi del softair:


PROBLEM SOLVING: capacità di analizzare e risolvere i problemi incontrati attraverso la comprensione della situazione (ricerca ed analisi delle informazioni), la formulazione di una diagnosi, l'individuazione delle soluzioni possibili, la scelta di quella più efficace ed il suo presidio (definizione delle azioni da adottare ed i rischi comportati).

DECISION MAKING: capacità di prendere una quantità di micro decisioni ad alta frequenza (possibilmente giuste) chiarendole, assumendosene la responsabilità ed i rischi derivanti, gestendone gli esiti e valutando la variabile tempo. Per esempio: attaccare o non attaccare, passare o meno, sparare o non sparare, rischiare di essere visti/sentiti o di non raggiungere l'obbiettivo, colpire un nemico o un compagno di squadra, ecc...

COMUNICAZIONE: capacità di esprimersi in modo chiaro ed efficace dimostrando disponibilità all'ascolto e risultando convincente(comunicare la propria postazione, una strategia di difesa, l'avvistamento di un avversario, ecc...)

LEADERSHIP E CONDUZIONE DEL GRUPPO: capacità di trasmettere modelli di comportamento guidando verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati, esercitando deleghe efficaci, stimolando il senso di appartenenza e la partecipazione, cogliendo e valorizzando le differenze individuali (assegnare i compiti, definire una strategia "vendendola" ai compagni, creare uno spirito di squadra, ecc..)

PIANIFICAZIONE: capacità di preparare un attacco, una strategia d'azione, la propria attrezzatura personale (occhiali, caricatori, elementi mimetici, ecc..)

ORGANIZZAZIONE: capacità di realizzare programmi operativi allocando ed organizzando le risorse (compagni, armi, attrezzature) coerentemente con gli obiettivi da raggiungere e controllando/supervisionando.

TENACIA: capacità di agire con perseveranza rispetto agli obbiettivi operando con continuità e sopportando situazioni di stress elevato per periodi non brevi. Abituarsi a resistere, aspettare in silenzio, tenendo sotto controllo le proprie paure, entusiasmo, fretta, impulsività (in funzione del perseguimento degli obbiettivi).

EQUILIBRIO: capacità di mantenere sotto controllo la propria emotività dominando le situazioni di ansia e fatica psicofisica, dimostrandosi consapevoli delle proprie possibilità.

FLESSIBILITA': capacità di essere aperti al cambiamento accettando l'imprevisto e l'incertezza, adattandosi e valorizzando gli elementi positivi del cambiamento stesso. Cambiare decisioni, strategie e modificare aspettative in funzione di variabili che mutano (condizioni del tempo, modifiche nel territorio, strategie del gruppo avversario, ecc..)

VISIONE A BREVE: capacità di prevedere e gestire le situazioni/problemi pratici immediati (es. come superare una siepe senza far rumore, come segnalare ad un compagno l'arrivo di un nemico, ecc...)

RISPETTO DELLE REGOLE/ONESTA : capacità di rispettare le regole del gioco e gli altri (dichiararsi "morti" se colpiti, non utilizzare l'ASG al di fuori delle situazioni previste, ecc...)

COSTRUZIONE DEL GRUPPO E LAVORO DI SQUADRA: capacità di operare in sintonia con altri membri del gruppo al fine di conseguire efficacemente gli obiettivi finali. Creazione di uno spirito di gruppo. All'interno del lavoro di èquipe vengono però anche valorizzate le specificità individuali : ciascuno contribuisce con ciò che sa fare meglio (attaccare, difendere, fare il cecchino, costruire trappole, ecc..)

AUTOSTIMA: aumenta la valutazione positiva sulle proprie potenzialità, capacità e risorse.

FIDUCIA E COLLABORAZIONE: lavorare insieme su obiettivi non familiari rende necessario condividere l'esperienza, cooperare ed aiutarsi gli uni con gli altri. Questo fa emergere che il successo individuale passa attraverso il lavoro della squadra.

SVILUPPO DI RELAZIONI INTERPERSONALI: possibilità di vedere i propri compagni/colleghi fuori dal contesto lavorativo e, quindi, in una luce diversa.

RIDUZIONE DELLO STRESS: si tratta di una situazione che rappresenta una grande valvola di sfogo per lo stress accumulato (ambiente naturale, contatti umani ridotti al minimo, sforzo aerobico ed anaerobico, necessità di concentrazione su aspetti diversi da quelli fonte di stress quotidiano)
avatar
Nemo
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 4167
Età : 37
Localizzazione : Mirandola
Reputazione : 33
Data d'iscrizione : 22.11.07

Visualizza il profilo http://tesori-sommersi.spaces.live.com/default.aspx

Torna in alto Andare in basso

Re: SOFTAIR PER LE IMPRESE - OUTDOOR TRAINING

Messaggio Da Nemo il Gio Giu 18, 2009 1:30 pm


Come per qualsiasi intervento di formazione è importante concordare una buona analisi dei bisogni con il committente per evitare che il Softair si limiti ad un divertente weekend tra i boschi. Dato che il Softair si presta a differenti obiettivi formativi è bene chiarire con il committente, per esempio, se si vuole accentuare la valenza cooperativa o competitiva delle attività, l’autostima e la capacità di cavarsela individualmente o l’abilità di collaborare all’interno di un gruppo. E’ possibile utilizzare il Softair anche per interventi su grandi numeri, come sempre più spesso aziende e società richiedono, all’interno di convention o incentive. In quei casi occorre sempre concordare quanti e quali spazi formativi le attività di softair hanno rispetto alla valenza di animazione ed intrattenimento.

Per realizzare interventi formativi che utilizzino il Softair occorre distinguere bene i ruoli coinvolti. I formatori di supporto eventualmente necessari si occupano di gestire il progetto nel suo complesso; gestire il patto formativo iniziale con i partecipanti; partecipare alle attività pratiche ed osservare i processi in qualche caso anche videofilmando alcune scene (in maniera da poter utilizzare poi nel debriefing le domande stimolo più efficaci); effettuare i debriefing specifici al termine delle singole attività; supportare i partecipanti nella decodifica della/e metafora/e utilizzata/e e nel trasferimento di principi e tecniche nella propria realtà professionale; supportare i partecipanti nella stesura di un piano di sviluppo personale rispetto alla tematica dell’intervento formativo; chiudere l’attività formativa verificando le aspettative iniziali, il gradimento e la qualità della formazione realizzata.

Per l’organizzazione occorre, invece, appoggiarsi ad un club di softair che lo pratica a livello sportivo. Ce ne sono ormai molti in tutta Italia tra cui è bene selezionare quelli composti da persone “serie, affidabili e soprattutto non-violente ed invasate”. Il team degli esperti softgunners aiuta nella messa a punto delle attività da realizzare in base all’analisi dei bisogni effettuata in partnership con l’azienda, garantisce la sicurezza dei partecipanti, fornisce le attrezzature necessarie e le gestisce, supporta per gli aspetti organizzativi e logistici, fornisce i materiali tecnici e gli assistenti in base al numero dei partecipanti, assicura la copertura assicurativa per infortuni dei partecipanti.
avatar
Nemo
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 4167
Età : 37
Localizzazione : Mirandola
Reputazione : 33
Data d'iscrizione : 22.11.07

Visualizza il profilo http://tesori-sommersi.spaces.live.com/default.aspx

Torna in alto Andare in basso

Re: SOFTAIR PER LE IMPRESE - OUTDOOR TRAINING

Messaggio Da Nemo il Gio Giu 18, 2009 1:33 pm

Il Softair è particolarmente adatto in interventi formativi che abbiano lo scopo di :


  • sviluppare la capacità di lavorare insieme in modo più armonioso
  • ridurre l’ansietà che accompagna la fusione di due organizzazioni
  • ridurre la barriere tra reparti/uffici diversi sviluppando collaborazione
  • sviluppare il senso di unità in gruppi dispersi geograficamente (es per le reti vendite)
  • sviluppare conoscenze e comprensione reciproca fuori dall’ambiente di lavoro
Alcuni cenni metodologici
Dal punto di vista metodologico molta attenzione deve essere posta sulla scelta e progettazione dei giochi/obbiettivi in modo da evidenziare la dimensione metaforica ed il collegamento con le competenze aziendali da sviluppare. Possono essere previsti:


  • Esercizi a tappe (da giochi più semplici a giochi più complessi).
  • Incontri di Softair differenziati in sedute diurne e notturne per differenziare il contesto di apprendimento e sottolineare l'adattamento delle strategie di comportamento in contesti che mutano le loro caratteristiche.
  • Esercizi di negoziazione tra squadre per sperimentare (e poi sistematizzare) i processi di cooperazione/competizione oppure di competizione per svilupapre orientamento all'obiettivo e tenacia.
Per ottimizzare il potenziale formativo del Softair è necessario far seguire un debriefing con incontri di sistematizzazione teorica in aula allo scopo di facilitare il trasferimento dell'apprendimento nel contesto professionale di riferimento approfondendo per esempio le seguenti tematiche:


  • la leadership: le caratteristiche del leader migliore ed il processo che porta alla sua scelta
  • la suddivisione dei compiti e le modalità per raggiungere un obiettivo
  • la costruzione di un gruppo di lavoro finalizzato ad uno scopo
  • la delega
  • la valutazione, valorizzazione e motivazione dei collaboratori
  • elaborazione del passato : analisi critica degli schemi "di gioco" nostri e dell’altro, vincenti o meno che si sono utilizzati
  • riflessione sulla variabile tempo: gestione del tempo (tempo di gioco) a disposizione in funzione del raggiungimento degli obiettivi.
Conclusioni


Le riflessioni proposte vogliono dimostrare come, nonostante il Softair sia nato come un sport finalizzato al divertimento, se organizzato e progettato adeguatamente, esso possa essere sfruttato anche per le proprie potenzialità formative aziendali.

E' ovvio che la qualità dell'intervento formativo dipenderà molto da una efficace analisi dei bisogni formativi aziendali iniziale e da una conseguente progettazione che metta il Softair al servizio della formazione e dell'apprendimento organizzativo (e non viceversa).
avatar
Nemo
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 4167
Età : 37
Localizzazione : Mirandola
Reputazione : 33
Data d'iscrizione : 22.11.07

Visualizza il profilo http://tesori-sommersi.spaces.live.com/default.aspx

Torna in alto Andare in basso

Re: SOFTAIR PER LE IMPRESE - OUTDOOR TRAINING

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum